La Teoria del Tutto di Michio Kaku

La Teoria del Tutto di Michio Kaku



Michio Kaku è un famoso fisico teorico statunitense, figlio di immigrati giapponesi e laureato ad Harward. Il suo sogno è sempre stato quello di elaborare un "Teoria del Tutto", una sola equazione che unificasse tutte le forze fondamentali dell'universo.
I fisici teorici come Michio Kaku sono quegli scienziati che lavorano in una zona della scienza che potremmo definire "crepuscolare", a metà strada tra realtà e fantascienza.
La sua equazione si basa sulla Teoria delle Stringhe, la quale si propone di fondere la teoria della relatività con la teoria quantistica.

Per trent'anni Einstein cercò di elaborare una teoria unificata della fisica che integrasse tutte le forze della natura senza però riuscirci.
Come è noto, la fisica moderna si basa sulla teoria della relatività di Albert Einstein e sulla meccanica quantistica fondata da Max Planck. Le due teorie non sono però compatibili perchè la prima spiega il comportamento di oggetti di grandi dimensioni come le galassie, le stelle ed i pianeti dell'Universo mentre la seconda è applicabile solo al mondo atomico e subatomico degli atomi, degli elettroni, dei quark ecc...
La Teoria delle stringhe risolverebbe questo problema affermando che, a livello subatomico, esistono solo corde vibranti; in pratica le particelle come i protoni, gli elettroni e i quark non sarebbero altro che note musicali su una piccola corda vibrante e tutte le attività dell'universo nascerebbero da un ciclo sub-atomico di energia nel profondo della materia.
Queste stringhe unidimensionali di energia sarebbero così piccole che se un atomo di idrogeno fosse esteso alle dimensioni della Via Lattea, proporzionalmente, la stringa sarebbe pari alla larghezza di un capello umano.
La stringa potrebbe vibrare in infiniti modi che darebbero origine a varie masse ed a varie cariche. Dato che, secondo la teoria della relatività di Einstein sappiamo che E = mc2, sappiamo anche che ad una maggiore energia corrisponde una maggiore massa. Le particelle pesanti corrisponderebbero quindi a stringhe che oscillano violentemente, mentre le particelle leggere corrisponderebbero a stringhe che oscillano dolcemente. Inoltre, tra i diversi tipi di vibrazione possibili ve n'è una che corrisponde alle proprietà del gravitone; in questo modo la gravità verrebbe ad essere spiegata.
Se quindi le particelle sono fatte della stessa materia in quanto ogni particella è una stringa, le differenze visibili sarebbero solo causate dai diversi modi di vibrazione delle stringhe medesime. Da ciò si deduce che, per spiegare perchè le particelle elementari hanno le proprietà conosciute, bisognerebbe riuscire a capire quali sono i diversi tipi di vibrazione.
"La mente di Dio", dice Michio Kaku , "è musica cosmica che risuona attraverso 11 iperspazi dimensionali."

Lo scienziato afferma anche: "Il mio obiettivo nella vita è quello di trovare un'equazione ; un'equazione forse non più lunga di un pollice che riassuma tutto ciò che sappiamo sull'universo fisico."
In questo momento, nessuno sulla terra è abbastanza intelligente per risolvere questa teoria mediante un'equazione ma lo scienziato è convinto che un giorno, quando nel nostro universo il calore sarà troppo elevato, la sopravvivenza di tutte le forme di vita intelligenti potrebbe dipendere da questa equazione.

La Teoria delle stringe ammette anche che possano esistere più universi. Le stringhe non sono infatti solo quelle piccolissime unità di cui ci parla la teoria. Essa prevede anche l'esistenza di strutture bidimensionali chiamate membrane. Ciò implica che potremmo vivere all'interno di una di queste strutture gigantesche; inoltre potrebbero esistere altre strutture simili che fluttuano nello spazio.
Per quanto riguarda il Big Bang, lo scienziato ritiene che prima della genesi stessa, esistessero già più universi, forse trilioni, e che il Big Bang sia stato causato dalla collisione di due universi o dalla scissione di un unico universo. Il nostro universo potrebbe essere visto come una specie di bolla, nella quale potrebbero esistere altre bolle. Le bolle esistenti potrebbero di tanto in tanto intersecarsi una dentro l'altra generando un nuovo Big Bang.

Nel video seguente lo scienziato cerca di spiegare con parole semplici parte della sua teoria:



Naturalmente gli argomenti trattati sono in realtà incredibilmente complessi; si consiglia al lettore che voglia approfondirli di leggere i libri di Michio Kaku e di visitare alcuni link relativi al lavoro svolto dallo scienziato.



LIBRI DI MICHIO KAKU:



Crea un sito Web gratuito con Yola.