Vivere nel Momento Presente

Vivere nel Momento Presente



Tutti noi siamo generalmente convinti di prestare attenzione a ciò che accade intorno a noi, nella vita di tutti i giorni, ma è davvero così?
Personalmente provo frequentemente una strana sensazione, come se mi stessi perdendo qualcosa, come se ciò che vedo, provo e sento mancasse di un qualche elemento chiave che pare inaferrabile e sfuggente, come la nebbia che si dilegua nel nulla , misterisamente e senza lasciare traccia.
Il seguente video, tratto dal film "La forza del campione (Peaceful Warrior)" è molto significativo e credo riesca a fare comprendere a tutti il concetto che ho espresso precedentemente.
La forza del Campione
Sembra una frase fatta ma tutti noi, o quasi, siamo letteralmente e costantemente persi nei nostri pensieri; non facciamo altro che pensare, rimuginare, riflettere, in un susseguirsi di associazioni mentali che non ci lasciano pace ma soprattutto ci impediscono di "vedere" e "percepire" il miracolo del mondo che ci circonda. Come spettatori distratti veniamo trascinati nel mondo immaginario delle nostre proiezioni mentali e restiamo imprigionati in una sorta di scatola mentale fatta degli stessi ripetitivi processi mentali e che ci consente di intravvedere ben poco al di fuori dei suoi limitati confini.
Ma che cosa riguardano questi pensieri?
Se ci riflettiamo un attimo, tutto il nostro lavorìo mentale verte principalmente sul passato e sul futuro. Valutiamo tutto ciò che ci accade in base alle nostre esperienze passate ed agiamo in funzione di un futuro immaginario del quale non esiste alcuna oggettiva certezza.
Certo, pianificare la nostra esistenza, usare il nostro intelletto per risolvere problemi complessi è utilissimo ma il tutto dovrebbe avvenire solo quando è necessario e non in modo continuativo ed estenuante. Come dire, usiamo la mente ma solo quando le circostanze lo richiedono davvero!
Certo, sembra facile, ma riuscire a "spegnere la mente" è l'impresa più difficile che possiamo riuscire a realizzare nella nostra vita. Magari esistesse un interrutore! Come dice uno dei protagonisti del film "serve tutta una vita di pratica per uscire dal labirinto della propria mente."
Credo non ci sia niente di più vero. Ogni nostra abilità si acquisisce con la pratica, l'impegno, la ripetizione costante. Se vogliamo iniziare ad avere un assaggio di cosa significhi vivere nel presente e sperimentare davvero la vita che scorre dentro ed intorno a noi, dobbiamo osservarci, dobbiamo vigilare sui nostri pensieri, sulle nostre emozioni, sulle risposte biologiche del nostro corpo. Solo in questo modo inizieremo a sviluppare la capacità di smorzare l'incessante meccanismo mentale associativo che ha preso il controllo delle nostre vite, senza che nemmeno ce ne accorgessimo. Allora, poco per volta, forse inizieremo ad avere delle brevi, fugaci ma intense visioni di un mondo che non avevamo ancora percepito, perdendoci nello stupore del meraviglioso universo che ci circonda.

 
Crea un sito Web gratuito con Yola.